Menu
Frontpage Slideshow | Copyright © 2006-2015 JoomlaWorks Ltd.

Protezione di materiali: Sulfureofluoride-Gassificazione

Introduzione

Opere d' arte di materiali organici (legno, lana, pelle etc.) in musei e dentro delle chiese sono sempre minacciate dalle infestazioni degli insetti.
Ricerche in musei e chiese mostrano che i danneggiatori principali sono coleotteri della famiglia Anobiidae e Dermestidae cosicome tarme e lepisme pesciolini. (1)

protezione-1
Se non si combattono gli insetti o si fa troppo poco contro i parassiti, si accetta un decadimento delle opere d'arte che permanentemente diventa più grave che può arrivare fino alla distruzzione totale.

Con la antiparassitaria si rischia che ogni trattamento delle opere d'arte può portare a danneggiare la sua sostanza in modo che si vedono cambiamenti evidenti. Ogni intervento nelle opere d'arte sia per trattamenti fisici sia per quelli chimici deve essere ponderato.

La gassificazione spesso si è mostrata l'unica via per eliminare i parassiti, perché è la maniere più efficace e non lascia resti del trattamento dopo la gassazione ed è buona perché penetra profondamente. (2)

Per una efficace gassificazione si devono non sol o combattere tutti di gli stati di sviluppo degli parassiti (per esempio del coleottero: l'uovo, la larva, la pupa ed Imago), se no anche in tutti i settori delle opere d'arte. A causa di nuovi studi e ricerche sono vietati completamente o ristrettivi fatti per prodotti di gassificazione. Un esempio attuale è Methylene-bromuro (Bromo methan): distrugge l'ozonosfera e causa cancro della categoria III B secondo TRGS 512. (3)

Perciò si ricerca da alcuni anni una alternativa che sarebbe tossologicamente meno dannosa e migliore per il medio ambiente. In questo momento si adopera principalmente un gas:

Sulfureo-fluoride (S02F2).

I capitoli seguenti spiegheranno più detagliatamente la sostanza di questo gas e l'uso della gessificazione per quanto riguarda le opere d'arte.

Protezione di materiali con il sulfureo-fluoride

Il sulfureo-fluoride (S02F2) è un gas tossico, inodoro, incolore e che comincia e bollire già e -55°C che si qualifica per il suo carattere inerte e la suo reattività minima. Secondo studi e ricerche non danneggia l'ozonosfera e non provoca cancro. (4)

L'idrolise è cineticamente ritardante. Il sulfureo-fluoride (S02F2) si può riscaldare in un tubo chiuso fino a 150°C senza idrolizzarlo. (5)

Perciò è adatto anche con grande umidità dell'aria. Queste caratteristiche fanno il sulfureo-fluoride è una alternativa più che adatta nei confronti del metilene-bromuro specalmente eseguendo la gassificazione dentro le chiese.

La tossicità del sulfureo-fluoride nel uso contro gli animali a sangue caldo è inferiore di 2 a 3 fattori nel confronti dell' uso di metilene-bromuro. (6)

Per raggiungere la mortalità delle uova degli insetti al cento per cento, bisogna incidere un tempo più lungo. Come mostrano Studi e ricerche nella pratica, la penetrazione in materiali come legno è molto efficace perfino usando temperature molto basse.

Il sulfureo-fluoride 'e già usato dal 1957 negli Stati Uniti, soprattutto per la lotta contro i termiti nelle case abitate. Un metodo nuovo dell'uso permette di adoperarere il sulfureo-fluoride per la lotta contro i Anobi anche negli edifici più grandi come chiese etc.

Nella gassificazione delle chiese si può evadere il problema della qualità dei prodotti di gassificazione e minimare il rischio del peggioramento del materiale nelle opere d'arte., introducendo il sulfureo-fluoride nel luogo di gassificazione tramite un sistema di filtrazione che toglie dal sulfureo-fluoride impurezze acide.

Così viene appplicato solamente il sulfureo-fluoride puro (Altarion®- Vikane®- Procedimento) ed altri reazioni supplementerie sono escluse.

Perfino le canne dell' organo (che sono molto sofisticate con la lega Zn-Pb) che sono state pulite, non mostravano nessun danno dopo la gessificazione dell' organo della chiese con il sulfureo-fluoride all'essere state esaminate. (7)

Ricerche ai vetri storici, metalli, pigmenti, legni umedi etc. non mostravano alterazioni sotto le stesse condizioni (veda illustrazione 1).

protezione-2
Illustrazione 1: Innumerevoli indossatane, metalli, pigmenti, materiali di organo di chiese etc. venivano esibiti al sulfureo-fluoride-gas purificante (Altarion®- Vikane®) dentro di camere dove svolgevano i test e non mostravano nessuna alterazione svantaggiosa.

Il sulfureo-fluoride come tutti gli altri metodi di gassificazione può essere usato per lo sviluppo delle efficcacia solamente in locali che siano sufficentemente chiusi, in edifici o altri recipienti (contenitori, tende o camere). Questi devono essere controllati dopo l'isolamento, ma prima della immissione del sulfureo-fluoride. (8)

Dopo questo controllo dell'isolamento che deve essere sufficente e protocolato è garantita la piene efficacia contro i parassiti ed evita rischi nelle vicinanza eseguendo la gessificazione (per esempio di una chiesa).

Con il programma del Computer "Altarion-Dosy" si calcola la dose minima del sulfureo fluoride in base ai parametri individuali di ogni edificio (temperatura, volume, stadio di resistenza dei parassiti, velocità del aria, fattori del materiale di costruzione etc.).

La dose minima garantisce che viene solamente emessa la quantità esattamente necessaria di sulfureo-fluoride e si evade un iperdosaggio nell'interiore della chiesa.

La concentrazione nell'interiore che deve essere al massimo 50g S02F2/m3 siccome la vicinanza della chiese che viene gassificata devono essere controllati contiuamente con apparecchi di misurabilità che siano adatti e sensibilissimi.

Se i criteri del test di pressione sono possitivi (Cambiamento dell'aria inferiore a 0,1/ora) la concentrazione di immissione (concentrazione di sulfureo-fluoride fuori di oggetti di gassificazione) non supera il valore MIK di 1 ppm. (10)

Rischi per chi abita vicino sono totalmente esclusi. Questo viene confermato da contolli dell'istituzione tecnica di controllo che sono stati eseguiti da sulfureo-fluoride-gassificazioni di chiese molto grandi che si trovano vicino ai centri abitati di grandi città. (11)

protezione-3
Immagine No. 2: Impresa di un impianto mobile di filtrazione per sulfureo-fluoride per la aerazione di una chiesa.

Dopo un tempo sufficente di azione del sulfureo-fluoride bisogna laciar entrare aria. Macchine speciali di aspirazione tolgono il gas sulfureo-fluoride anche con filtri (veda immagine No. 2) senza lasciare resti dal luogo di gassificazione o dall'edificio. Solo dopo è permesso di rientrare senza avere nessun rischio.

Le quantità del sulfureo-fluoride da mettere per la gassificazione si riducono con riduzione dell'ambiente gonfiando un pallone nell'interno della chiesa prima di lasciar penetrare il sulfureo-fluoride. Solo lo spazio fuori del pallone viene gassifi cato (veda immagine No. 3).

protezione-4
Immagine No. 3: Palloni gonfiati con aria riducono il volume della chiesa che viene gassificata: così è necessario meno sulfureo-fluoride. Nella foto si vedono due corpi vuoti che vengono gonfiati con aria.

protezione-5
Immagine No. 4: Gassificazione parziale degli altari e le sedie della chiesa catolica di Taufkirchen vicino a Monaco di Baviera.

Se solo poche parti del materiale della chiese sono invase di parassiti, si possono eseguire gassificazioni parziali:

In questo caso si avvolgono con lamine di plastico le opere d'arte che sono contaminate e si gassificano solo queste con il sulfureo-fluoride (veda immagine 4).

Con questa alternativa bisogna però prima verificare che il resto dell'interiore non gassificato non è danneggiato dai parassiti, perché se no si rischia una reinfectione.

Se le opere d' arte sacrali o museali contaminate sono mobili possono essere anche portate in tende ermeticamente chiuse e li dentro essere gassificate (veda immagini 5 e 6).

Immagine 5: Carozze e slitte che sono contaminate del "tarlo" vengono preparate prima della gassificazione (museo del Principe Thurn e Taxis-Mastall a Ratisbona).

protezione-6
Immagine 6: Le carozze e slitte del museo sono qui impacchettate nella tenda ermeticamente chiusa. Il sulfureo-fluoride è già introdotto.

protezione-7
Immagine 7: La chiesa contaminata dal regolare coleottero o da altri parassiti per eccezione non poteva essere ermeticamente sigillata. Perciò doveva essere "impacchettata" con una tenda.

Se non si raggiunge la chiusura ermetica per la gassificazione con metodi convenzionali (= chiusura totale della superficie delle finestre, porte e di altre aperture dell' edificio con un materiale che impedisce la penetrazione del gas).

Anche gli strappi e le fughe devono essere chiusi con una colla e una carta speciale), bisogno impacchettare tutto la chiese o tutto l'edificio con tende e dopo bisogna distruggere i parassiti con il sulfureo-fluoride pulito (veda immagine 7).

protezione-8
Il sulfureo-fluoride, un gas non adsortivo, non lascia dopo la gassificazione nessun rischio posteriore per i visitatori della chiesa o dei musei.

Letteratura

(1) K. Story, Pest Management in Museums., Conservation Analytical Laboratory, Smithsonian Institution, Washington 1985.

(2) M. Petzet e M. Kühlenthal, Introduzione alla revista dell'ufficio dello stato bavarese per tutela dei monumenti, edizione No. 75, Monaco di Baviera, 1995.

(3) H. Fiesler, prodotti pericolosi 1993, Universum Case Editrice, Wiesbaden, 1993.

(4) B.M. Schneider, Characteristics and global potential of the insecticidal fumigant, sulfuryfluoride, in: Proceedings of the 1st conference of Insect Pests in the Urban Environment, page 551 - 555, Cambridge, 1993.

(5) A.F. Hollemann ed E. Wiberg, testo di chimica anorganica, edizione 90, Berlino, 1976.

(6) T.R. Torkelson, H.R. Hoyle e V.K. Rowe, Toxycological hazards and properties of commonly used space, structural and certain fumigants, P.C. 34 (7), page 13 - 18, 42 - 50, 1996.

(7) Perizi a della ditta Max Offner costruzione di organi di chiesa dopo la gassificazione dell'organo della chiesa di monastero delle domenicane Bad Wörishofen con il procedimento Altarion R Vikane R, 1995 (ditta eseguente era Binker tutela di materiali Smb).

(8) Informazione dell'BBA, No. 71, testo di pressione per la determinazione della capacità della gassificazione in edifici,

camere o beni pianificati i n quanto alla distruzione dei parassiti, edizione 1, Berlino, 1993.

(9) G. Binker, Sulfuryl-fluoride fumigations in Europe, Proceedings of the Technical Seminar, organized by D.K. Mueller, Indianapolis, 1994.

(10) MIK = Massima concentrazione dell'immissione (all'esteriore dell'oggetto della gassificazione la massima concentrazione sopportabile).

(11) Gassificazione della antica chiesa dei Gesuiti e Chiesa della Città St. Xaver a Leoben, Steiermark, con il procedimento Altarion - Vikane . 1994. (Ditta eseguente: Binker, tutela di materiali Smb)

Le immagini mostrati sono esclusivamente di gassificazioni che sono stati eseguiti dalla ditta Binker, tutela di materiali Smb, D 91207 Lauf, Telefono: 0049 - 9123 - 99820.
è vietato copiare o imprimere altrove queste fotografie o immagini - anche singole o parzialmente - solo con la autorizzazione degli autori. C. 04/2014.

Pro-Fume Label - 01.06.pdf

Protezione di materiali.pdf

Scheda di Sicurezza ProFume.pdf

Allgemeine Informationen

Videoclips